www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 18/07/2014  -  stampato il 03/12/2016


Detenuti potranno telefonare con il cellulare in carcere: la Francia pronta alla sperimentazione

"Si al telefono cellulare per i detenuti": la neo-controllore generale francese per i luoghi di detenzione, Adeline Hazan, si è detta favorevole all'uso del telefono cellulare in prigione, "a condizione di limitarne l'uso a qualche numero di telefono soltanto".

Intervistata da France Inter, Adeline Hazan ha anche detto che "bisogna fare in modo che i detenuti non taglino i ponti con il loro ambiente (famiglia, amicizie, mondo professionale, etc.) in modo da preparare nelle migliori condizioni la loro uscita e dunque limitare i rischi di recidiva". Quanto al sequestro massiccio di cellulari nel penitenziario di Baumettes (Marsiglia), questo "prova che il divieto non serve a granché". In Francia, i telefoni cellulari vengono vietati ai detenuti, che però hanno accesso ai telefoni fissi, spesso sotto controllo del personale penitenziario.

ANSA