www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 28/07/2014  -  stampato il 05/12/2016


Taranto, detenuti incitano alla rivolta: due poliziotti all'ospedale. Sappe: intervenga il Prefetto

"Ore di grande tensione si sono vissute nella mattinata di ieri all'interno del carcere di Taranto ove un paio di detenuti dopo aver distrutto la loro stanza avrebbero incitato tutti gli altri detenuti a rivoltarsi contro il personale di Polizia Penitenziaria".

Lo denuncia in una nota il Sappe, il sindacato degli agenti della Polizia Penitenziaria. "Fortunatamente - e' scritto nella nota del Sappe - e' giunto prontamente sul posto il comandante di reparto che dopo aver parlato con i rivoltosi ha risolto il tutto non senza conseguenze per i poliziotti penitenziari poiche' un paio sarebbero dovuti ricorrere alle cure dell'ospedale. Ormai il problema della sicurezza del carcere di Taranto, considerata l'irresponsabilita' dell'Amministrazione penitenziaria, a cominciare dal Dap a Roma e per finire al provveditore regionale a Bari, non consente piu' perdite di tempo".

Per il Sappe, "e' necessario che il prefetto di Taranto prenda in mano la situazione e convochi con urgenza un comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica sulla situazione del carcere di Taranto alla presenza dell'Amministrazione penitenziaria e dei sindacati che tutelano i lavoratori su cui ricade la tragicita' della situazione. Ormai - conclude la nota - e' tempo di fatti poiche' e' in gioco oltreche' la sicurezza del carcere e dei lavoratori quella della citta' di Taranto e dei propri cittadini".

AGI