www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 01/09/2014  -  stampato il 04/12/2016


Favignana, anche il servizio navale della Polizia Penitenziaria contro la pesca di frodo

In due giorni due blitz delle Forze  dell’ordine  che effettuano sorveglianza nell’Area  Marina Protetta “Isole Egadi” contro i  ricciaioli, pescatori di frodo di ricci provenienti dal palermitano.

Nella  giornata di martedì  26 agosto,  la Motovedetta V4,  del Servizio navale della Polizia Penitenziaria di Favignana, in attività di controllo per conto dell’Area marina protetta, con il supporto del gommone dell’Ufficio Locale Marittimo della Capitaneria di porto di Marettimo ha intercettato tre  ricciaioli, a bordo di una unità da diporto,  sulla costa  sudoccidentale di Marettimo, nella zona B dell’AMP. Ai tre è stato elevato un verbale  amministrativo  con triplice sanzione  per 3 violazioni delle norme dell’AMP ed è stata sequestrata l’attrezzatura subacquea.
Il giorno successivo, mercoledì 27 agosto,  i Carabinieri della motovedetta  CC  237  di Favignana,  in servizio di  pattugliamento  marittimo,  hanno intercettato presso  lo specchio acqueo antistante Punta Mugnone, sul versante nord-occidentale di Marettimo, nella  zona C  dell’area marina protetta,  una lancia grigia con a bordo 7 ricciaioli,  tutti intenti in attività di pesca di frodo di ricci di mare. Sul posto si è unito all’accertamento anche il gommone della Capitaneria di Porto di Marettimo. I militari hanno rinvenuto a bordo  4.000 esemplari di ricci di mare, sequestrati e rigettati ancora vivi in mare.  I bracconieri, tutti di Palermo,  sono stati identificati  e  si sono visti  comminare una
sanzione amministrativa di 4.000 euro.
L’azione delle Forze dell’ordine giunge a seguito di ripetute segnalazioni da  parte dell’Ente gestore dell’AMP della presenza, per tutto il mese di agosto, a Marettimo, di numerose unità di pescatori di frodo di ricci, una vera e propria task force di bracconieri, che quest’anno ha scelto come luogo di razzia la costa occidentale di Marettimo, dove si trova anche la zona A dell’AMP.

 

marsalaoggi