www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 07/09/2014  -  stampato il 03/12/2016


Renzi: "troppo grasso che cola nella pubblica amministrazione". La risposta della Consulta Sicurezza

"Anche nella macchina della pubblica amministrazione alcuni tagli vanno fatti, c'è troppo grasso che cola.

L'operazione di tagli è un'operazione che fa chiunque in una famiglia normale". Lo dice Matteo Renzi a Brescia. "Chi è che non ha fatto sacrifici finora ‐ aggiunge ‐ è la macchina pubblica, dove non si è intervenuto nei centri di costo".».(ANSA)

LA RISPOSTA DELLA CONSULTA SICUREZZA

«Caro Renzi, non sono i poliziotti, i penitenziari, i forestali, i vigili del fuoco e le altre uniformi del comparto sicurezza e difesa ad avere grasso che cola. Qui non c'è più nulla da tagliare è già al limite la sicurezza dei cittadini dovuta ai tagli alle assunzioni, ma anche agli addestramenti e alle dotazioni. Venga a trovarci nelle nostre sedi di servizio, l'accompagneremo volentieri per farle toccare con mano in quali condizioni dobbiamo lavorare. Intanto siamo in attesa di essere ricevuti».

Lo affermano i Segretari Generali Gianni Tonelli (SAP ‐ Polizia di Stato), Donato Capece (SAPPe  ‐  Polizia Penitenziaria), Marco Moroni (SAPAF  ‐  Corpo Forestale) e Antonio Brizzi (CONAPO ‐ Vigili del Fuoco), riuniti nella «Consulta Sicurezza» , il più rappresentativo organismo del personale dello stato in uniforme, con oltre 43.000 iscritti nei comparti interessati, nel rendere noto che il personale rappresentato «resta mobilitato con il presidio permanente a Montecitorio fino al 26 settembre. Andremo avanti a oltranza e ‐ spiegano ‐ ci prepariamo a ulteriori azioni eclatanti, se non saremo ricevuti». ANSA