www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 04/11/2014  -  stampato il 06/12/2016


Pignatone "gela" Ilaria Cucchi: i PM hanno svolto un lavoro egregio

Una giornata contraddittoria quella vissuta ieri a Piazzale Clodio sulla vicenda di Stefano Cucchi, il geometra romano arrestato nella notte tra il 15 e il 16 ottobre 2009 e morto una settimana dopo in ospedale.

Il capo della Procura di Roma, Giuseppe Pignatone, prima ha incontrato la sorella di Stefano, Ilaria, assicurandole «una rilettura degli atti dell’inchiesta per le eventuali posizioni che non sono state oggetto di processo». Poi ha incontrato i due pm che hanno condotto l’inchiesta finita con l’assoluzione di tutti e 12 gli imputati in appello ed ha precisato che "I PM Vincenzo Barba e Maria Francesca Loy hanno svolto un lavoro egregio, ho estrema fiducia in loro".

Una dichiarazione che ha fatto infuriare Ilaria Cucchi: «O il dottor Pignatone è riuscito in due ore a studiare tutto il fascicolo sulla morte di Stefano, oppure forse oggi abbiamo perso tutti del tempo».

Procuratore di Roma Pignatore: pronto a riaprire le indagini su Cucchi se emergeranno nuove ipotesi