www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 17/08/2010  -  stampato il 08/12/2016


I sindacati vicini alla dirigente del carcere di Aurelia. La magistratura farÓ giustizia

Sappe, Cgil, Uil, Sinappe e Ugl esprimono solidarietà e vicinanza alla Dott.ssa, Patrizia Bravetti ed al personale di polizia penitenziaria in servizio presso il nuovo complesso penitenziario di Civitavecchia, per il processo mediatico subito a seguito del triste e doloroso episodio verificatosi nel medesimo istituto carcerario lo scorso anno.I sindacati di categoria si dicono certi che la magistratura saprà appurare la verità su quanto accaduto e dimostrare l'assoluta estraneità ai fatti di un dirigente e di due poliziotti che negli anni hanno sempre dimostrato alta professionalità e diligenza nell'espletare il compito loro assegnato dal dettato normativo."Le scriventi OO.SS. esprimono solidarietà e vicinanza alla dottoressa Patrizia Bravetti e al personale di Polizia Penitenziaria in servizio presso il nuovo complesso penitenziario di Civitavecchia che, negli ultimi giorni, hanno visto pubblicati i loro nomi sulla cronaca nazionale e sono stati costretti a subire una sorta di “processo” mediatico a seguito del triste e doloroso episodio verificatosi presso il suddetto istituto lo scorso anno"."Certi che la magistratura saprà appurare la verità su quanto accaduto e dimostrare l’assoluta estraneità ai fatti di un dirigente e di due poliziotti che, negli anni, hanno sempre dimostrato oltre ad alta professionalità e diligenza nell’espletare il compito loro assegnato dal dettato normativo, - nelle mille difficoltà che l’universo penitenziario presenta in questo periodo storico nel nostro Paese - anche correttezza e sensibilità fuori dal comune nei confronti di coloro che negli istituti penitenziari operano o sono ristretti, siamo costretti ancora una volta a dover far notare che delle problematiche degli istituti penitenziari si parla solo quando avvengono delle tragedie, mentre a livello nazionale non si affronta in modo adeguato il problema del sovraffollamento detentivo e della carenza di personale della Polizia Penitenziaria e del comparto ministeri".

SAPPE, SINAPPE, UGL

Stracuzzi, Pizzo, Zuccari

CGIL, UIL

Censasorte, Di Meco

Fonte: trcgiornale.it