www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 26/11/2014  -  stampato il 11/12/2016


Scarpe Rosse anche da parte della Polizia Penitenziaria contro la violenza sulle donne

"Scarpe rosse" anche dietro le sbarre. Perché la violenza contro le donne si combatte gestendo psicologicamente chi è responsabile dei maltrattamenti.

"I reati contro le donne meritano una particolare attenzione, ma questo è anche un problema culturale che non si risolve solo con l'introduzione del reato del femminicidio: serve un'educazione alle relazioni e al rispetto per l'altro", dice all'Adnkronos il reggente del Dap, Luigi Pagano, presentando il convegno-dibattito "La violenza contro le donne: il ruolo dell'Amministrazione penitenziaria e del Corpo di Polizia Penitenziaria nell'attività di contrasto", che si tiene oggi alle 14 presso la casa circondariale Regina Coeli, con la partecipazione del ministro della Giustizia, Andrea Orlando.

"Il comitato per le pari opportunità della Polizia Penitenziaria - spiega Pagano - ha voluto dedicare in questa Giornata internazionale contro la violenza sulle donne un momento di riflessione organizzando questo dibattito che sarà centrato in particolare sulla gestione dei detenuti sex-offender. Simbolicamente l'appuntamento si tiene nel carcere di Regina Coeli, dove c'è un programma che segue questo tipo di reati, programmi che sono attivi in molti altri istituti di pena sul territorio nazionale".

"Affrontiamo il problema dal punto di vista del trattamento ai detenuti che commettono violenza contro le donne - prosegue Pagano - con il contributo scientifico degli esperti che guidano i gruppi dal punto di vista terapeutico ma va sottolineato anche il ruolo della Polizia Penitenziaria e degli operatori dell'area del trattamento che contribuiscono alla realizzazione e di questi specifici programma, sia sotto l'aspetto del trattamento che della sicurezza".

Rimarca il reggente del Dap: "Il convegno è una buona occasione per fare il punto sulla situazione, dando il nostro contributo per la Giornata contro la violenza sulle donne, ma è bene precisare che il tema è di tale drammatica quotidiana urgenza che richiede una riflessione e un impegno continuo e costante e non essere circoscritto alle iniziative, seppure importanti, che si organizzano in questa giornata".

Adnkroos