www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 26/11/2014  -  stampato il 08/12/2016


Condanna Europa rimandata, Sappe: le promozioni? Diamole ai Poliziotti Penitenziari delle Sezioni

Non si sono ancora placata le polemiche per la promozione al grado superiore di un poliziotto del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, impiegato in compiti d’ufficio – e senza quindi alcun impiego operativo – presso l’archivio della Direzione Generale dei Detenuti, che nuove promozioni sarebbero in arrivo per altri poliziotti-ministeriali del DAP.

“Le indiscrezioni, molto attendibili, ci parlano di diverse ricompense (e di alcune promozioni al grado superiore per merito straordinario) a poliziotti penitenziari che lavorano al Ministero in compiti d’ufficio (non operativi, quindi!) che avrebbero raccolto i dati dalle Direzioni penitenziari di tutta Italia in applicazione della Sentenza Torreggiani sul sovraffollamento penitenziario. Quindi, anziché premiare chi lavora ed ha lavorato, in carcere, in prima linea, con celle sovraffollate all’inverosimile, tra violenze e malattie, ed ha pure raccolto quei dati che successivamente sono stati trasmessi a Roma, l’Amministrazione Penitenziaria sceglie di premiare chi ha ricevuto quelle comunicazioni. Mi sembra una cosa scandalosa che il Ministro della Giustizia Andrea Orlando non può avallare”, denuncia Donato CAPECE, Segretario Generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE.

“Pensavamo che con la promozione al grado superiore a favore di un poliziotto-archivista del Dipartimento si fosse toccato il fondo. Macchè: al DAP sono andati oltre. I premi e le promozioni diamoli ai poliziotti penitenziari che rischiano la vita con i mafiosi, i criminali, i delinquenti, tutti i giorni in carcere. Altro che ai poliziotti/impiegati, che già hanno il vantaggio di non stare fisicamente in carcere a lavorare…”.

Sappe Informa

Il DAP festeggia per aver saputo contare le celle disponibili: altre promozioni per meriti eccezionali in arrivo?

 

Merito straordinario? E de che?