www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 17/08/2010  -  stampato il 08/12/2016


Verona: agente penitenziario salva detenuto da suicidio

"Nella tarda mattinata odierna un agente penitenziario in servizio presso la sezione infermeria del carcere di Verona ha tratto in salvo un detenuto che aveva posto in essere un tentativo di suicidio mediante impiccagione con la maglietta che aveva indosso". Il detenuto in questione è Piergiorgio ZORZI, di 20 anni, che lo scorso maggio si è reso protagonista dell’efferato delitto del padre, gettandone resti in un contenitore dell’immondizia. Il giovane approfittando della circostanza che l’unico agente in servizio nella sezione era impegnato nell’immissione dei detenuti ai cortili passeggi, ha ricavato un cappio dalla propria maglietta che ha legato alle sbarre della finestra del bagno della cella. Il rumore delle stoviglie rovesciate in terra durante il tentativo di suicidio ha allertato l’agente penitenziario che è potuto intervenire appena in tempo a salvare la vita al detenuto. Dai primi accertamenti medici, infatti, è apparso chiaro che solo alcuni secondi di ritardo avrebbero provocato l’irreparabile." 

Fonte: grnet.it/