www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 17/08/2010  -  stampato il 08/12/2016


Lotta, il mondo a Via di Brava

Nell’ambiente della lotta si respira già aria di Mondiali: la massima rassegna della stagione si terrà a Mosca dal 6 al 12 settembre. E la strada per la Russia passa da Via di Brava, dove la palestra della Scuola di Formazione dell’Amministrazione penitenziaria sta ospitando un gran numero di rappresentative nazionali. Si tratta di un solido attestato di stima per la nostra struttura, completamente riattivata e attrezzata per rispondere alle esigenze degli specialisti di livello internazionale. Al momento, oltre ad ospitare stabilmente le nazionali azzurre di greco-romana, di libera e di lotta femminile, la Scuola di Via di Brava ha accolto con grande disponibilità lo squadrone cubano di tutti gli stili, le formazioni di Spagna ed Ecuador ed al completo quelle dell’area scandinava, Norvegia, Svezia, Finlandia e Danimarca. Anche i liberisti della Francia hanno avuto occasione di soggiornare nelle scorse settimane presso l’impianto romano della Polizia penitenziaria.
Nel frattempo continua la crescita dei portacolori delle Fiamme Azzurre, che hanno trovato in Valentina Minguzzi (lotta femminile 55kg), Federico Manea (lotta greco-romana 55kg) ed Emmanuele Rinella (lotta libera 74kg) tre validissimi esponenti. Gli ultimi test pre-mondiali si sono svolti nell’Europa Orientale, con due classiche del settore (6/8 agosto): a Spala, in Polonia, dove la nostra Minguzzi si è piazzata 11^ nel “Poland Open” (percorso concluso con una sconfitta di misura per 0-2 e 1-1 ad opera della padrona di casa Katarzyna Krawczyk), mentre Manea e Rinella hanno preso parte al tradizionale “Memorial Ion Corneanu” a Pitesti, in Romania.

 

Fonte: polizia-penitenziaria.it