www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 22/01/2015  -  stampato il 11/12/2016


Gratteri, riforma antimafia pronta: condanne per associazione mafiosa da 5 anni a minimo 20

Il procuratore aggiunto delle Procura Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria Nicola Gratteri, ha annunciato "La riforma antimafia è pronta, sono 130 articoli, l'80% dei quali può essere subito approvato con un decreto". Gratteri, a capo della Commissione nazionale per la revisione della normativa antimafia, voluta dal premier Matteo Renzi e insediata presso la presidenza del Consiglio dei ministri ha altresì precisato che vi è  "Un progetto di riforma a tutto campo per combattere le organizzazioni criminali.

Un esempio? C'è la proposta di alzare le pene per il 416bis (associazione a delinquere di stampo mafioso) dai 5 anni di carcere attuali a una pena tra i 20 e i 30 anni", prosegue Gratteri, che per combattere i reati contro la pubblica amministrazione propone una serie di misure, a partire dall'utilizzazione degli agenti sotto copertura, come per il traffico di droga e di armi.

"Da procuratore - prosegue poi, parlando dell'allarme terrorismo - mi preoccupa molto l'aspetto dell'approvvigionamento di armi. E il problema arriva dall'ex Jugoslavia, che dopo la guerra è diventata un grande supermercato di armi, dove un Kalashnikov costa 750 euro, dove io stesso ho fatto sequestrare quintali di plastico altamente esplosivo". "Lì - conclude Gratteri - è facile andare a comprare armi, non solo per le mafie, ma anche per le organizzazioni terroristiche. Ma di questo l'Europa non si occupa, non avendo una vera politica di sicurezza comune".

zmedia.it