www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 10/02/2015  -  stampato il 04/12/2016


Misure antiterrorismo approvate: autorizzati colloqui tra detenuti e 007

Il consiglio dei Ministri ha approvato stasera il pacchetto antiterrorismo, la cui discussione era stata rinviata più volte. Tra le altre misure, il provvedimento prevede:

la possibilità per le Agenzie di intelligence, consentendo loro, previa autorizzazione dell’Autorità Giudiziaria, di effettuare, fino al 31 gennaio 2016, colloqui con soggetti detenuti o internati, al fine di acquisire informazioni per la prevenzione di delitti con finalità terroristica di matrice internazionale.

RATIFICHE DI ATTI INTERNAZIONALI
Il Consiglio dei Ministri ha approvato, su proposta del Ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, Paolo Gentiloni Silveri, due disegni di legge per la ratifica e l’esecuzione dei seguenti Atti internazionali:

n. 2 Accordi di cooperazione giudiziaria fra l’Italia e il Marocco, fatti  Rabat il 1° aprile 2014 (co-proponente il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando), il primo è l’Accordo aggiuntivo alla Convenzione di reciproca assistenza giudiziaria e di esecuzione delle sentenze di estradizione, il secondo è la Convenzione sul trasferimento delle persone condannate; gli Accordi hanno il fine di intensificare, migliorare e  completare il quadro della cooperazione giudiziaria in materia penale, nell’ambito del rafforzamento della cooperazione fra i due Stati per il contrasto al crimine transnazionale. La ratifica rinsalda la fiducia reciproca nei rispettivi sistemi di giustizia, presupposto per il reciproco riconoscimento delle sentenze e per una collaborazione nel settore penale di valenza transnazionale.

 

Agenti 007 nelle carceri: se arrestati potranno nascondere la loro identità per continuare l’’operazione sotto copertura?