www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 03/03/2015  -  stampato il 07/12/2016


Si finge poliziotto della "speciale": arrestato DJ Giuseppe di Radio 105

Milano: Luciano Fronti, noto speaker radiofonico, finisce nei guai. I carabinieri lo hanno fermato con radio e tesserino finto della Polizia e gli hanno trovato in casa marijuana.

Detenzione di marijuana, possesso ingiustificato di una radio delle forze dell'ordine e di un tesserino della polizia finto. Queste le accuse che hanno portato all'arresto di Luciano Fronti alias Dj Giuseppe di Radio 105. Il fermo è avvenuto ieri sera, attorno alle 20, quando i carabinieri lo hanno notato in piazza Dergano, a Milano, attirati dal "gracchiare" di una radio simile a quella che usano in servizio. Non avendo notato colleghi in zona, però, hanno chiesto spiegazioni a Fronti, che si è presentato come una sorta di "agente speciale dell'antiterrorismo" esibendo anche un tesserino finto col proprio nome e cognome.

La cosa ha ulteriormente insospettito i carabinieri, che, perquisendolo, gli hanno trovato in tasca anche una pistola giocattolo senza tappo rosso. In una successiva ispezione a casa del dj, inoltre, è stata rinvenuta una modesta quantità di marijuana. Quanto basta per metterlo nei guai. Stamattina Fronti è stato processato per direttissima e ha patteggiato sei mesi con la condizionale. "Volevo vigilare sul territorio, dare una mano alle forze dell'ordine". Questa la giustificazione addotta durante l'udienza dallo speaker.

unionesarda.it