www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 12/03/2015  -  stampato il 06/12/2016


Gli mancavano due giorni: condannato ad altri tre anni, era pieno di ovuli di droga al rientro del permesso premio

Tre anni di carcere. Questa la condanna inflitta dal Giudice Domenico Varalli (PM Lorenzo Fornace) a un 54enne originario di Savona che poche settimane fa era stato pizzicato e nuovamente arrestato dagli agenti della Polizia Penitenziaria, al rientro presso il carcere di Imperia dopo un permesso premio, con 10 ovuli contenenti cocaina, hashish ed eroina nascosti nel retto femorale.

Nel dettaglio, al ritorno presso il penitenziario il 54enne era stato accompagnato dagli agenti presso l’Ospedale di Imperia dove, nel corso di una visitai specializzata, era emersa la presenza dello stupefacente.
L’uomo, al momento del nuovo arresto, aveva da scontare due soli giorni di carcere per finire di scontare una pena di 4 anni per detenzione e spaccio di stupefacenti.

Rientra dal permesso premio con 15 ovuli di droga nell’intestino: doveva essere scarcerato tra tre giorni