www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 03/04/2015  -  stampato il 04/12/2016


Era accusato di aver violentato la figliastra: assolto in Cassazione ex Poliziotto penitenziario

Assolto l’ex agente della Polizia Penitenziaria accusato di aver violentato per anni, a Sabaudia, la figliastra. La Corte d’Appello di Roma ha stabilito che quelli che erano stati inquadrati come abusi sessuali, tanto che nel 2011 il 57enne L.M. era stato anche arrestato, non erano altro che il frutto di una relazione tra i due, tra il patrigno e l’allora 22enne.

La ragazza aveva riferito a un amica di essere vittima di abusi da parte del compagno della madre e di essere anche minacciata da quest’ultimo con una pistola, affinché non rivelasse quegli stupri. In primo grado L.M. venne condannato a sei anni di reclusione.

Difeso dall’avvocato Giusi Grigoli, l’ex agente della Penitenziaria ha però fatto ricorso prima in appello e poi in Cassazione, ottenendo l’annullamento della sentenza e un nuovo processo di secondo grado, il quarto. E la Corte d’Appello, dopo aver risentito la ragazza, ha escluso che i rapporti tra il 57enne e la giovane fossero delle violenze sessuali, assolvendo l’imputato perché il fatto non sussiste.

h24notizie.com