www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 15/04/2015  -  stampato il 08/12/2016


Tentativo di evasione dal carcere di Alessandria: il penitenziario senza porta carraia

Ha tentato di evadere dal carcere di Alessandria, dove era appena giunto, ma è stato prontamente acciuffato dai poliziotti penitenziari. E’ accaduto sabato pomeriggio e a darne notizie è il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE.

Racconta Donato Capece, segretario generale del SAPPE: “Poche ore fa, verso le ore 15,40, è giunto dinanzi all'ingresso dell'istituto penitenziario Cantiello e Gaeta di Alessandria, un pullman della Polizia Penitenziaria proveniente dal carcere di Asti. A bordo molti detenuti tra i quali un detenuto marocchino, età 35 anni, fine pena 24 maggio 2015, che durante le operazioni di consegna degli oggetti personali per il suo ingresso nel penitenziario alessandrino, si svincolava dalla scorta di Polizia Penitenziaria e tentava di fuggire. Solo dopo alcune centinaia di metri, grazie alla professionalità del personale di Polizia Penitenziaria veniva bloccato e condotto in carcere. Grazie all’attenzione e alla professionalità dei Baschi Azzurri, dunque, una clamorosa evasione è stata sventata in tempo”.

Il SAPPE denuncia come “il carcere di Alessandria è privo di una porta carraia, la sicurezza è al limite e i detenuti vengono fatti entrare in istituto dell'unico ingresso principale del carcere adiacente alla piazza della città. Tutte le operazioni di rito (consegna pacchi, l'uscita dei detenuti dal pullman ) si svolgono sulla piazza in questione, con grave pregiudizio per la sicurezza. Oggi per fortuna è andato tutto bene, ma non si può lavorare cosi”.

Capece sottolinea, in conclusione:“quelli di oggi nel carcere di Alessandria sono stati momenti di grande tensione e la possibile evasione è stata sventata dall’ottimo intervento degli Agenti di Polizia Penitenziaria. Avevamo denunciato nei giorni scorsi che il numero degli eventi critici accaduti nei penitenziari piemontesi è costante E la clamorosa tentata evasione sventata in tempo dalla Polizia Penitenziaria ne è la conferma più evidente”.

roma.ogginotizie.it