www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 30/08/2010  -  stampato il 03/12/2016


1 settembre 2010 Commemorazione App. Giuseppe Panzera

Appuntato del Corpo degli agenti di Custodia - nato a Reggio Calabria il 04/08/1927 in servizio presso il Casa di Reclusione di Firenze.L’1 settembre 1973 all'interno dell'Istituto interveniva per immobilizzare un detenuto armato di coltello.Incurante della mortale ferita riportata all'addome riusciva a disarmarlo e ad evitare ulteriori gravi conseguenze.L'eroe è stato riconosciuto "Vittima del dovere" ai sensi della Legge 624/1975.In data 19 aprile 1974 il Ministero della Difesa gli conferiva la Medaglia d'Argento al Valor Militare alla Memoria con la seguente motivazione:In servizio quale capoposto di un importante istituto di pena interveniva, disarmato come prescrive il Regolamento, per immobilizzare un detenuto armato di coltello che aveva già provocato lesioni ad altre persone e minacciava di uccidere chiunque gli si fosse avvicinato. 
Incurante della mortale ferita all’addome, riusciva ad evitare che il suo diretto superiore venisse a sua volta colpito dalla mano assassina. Luminoso esempio di dedizione al dovere e di spirito di sacrificio. 
Casa di Reclusione di Firenze, 29 agosto 1972.
All'Appuntato Panzera è intitolata la Casarma Agenti del Reparto di Polizia Penitenziaria di Firenze Sollicciano.

Fonte: polizia-penitenziaria.it