www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 07/06/2015  -  stampato il 02/12/2016


Poliziotto condannato in Cassazione per non aver soccorso Aldo Bianzino

Era nel carcere di Capanne a Perugia e non fu assistito. La Cassazione ha confermato la condanna a un anno di reclusione nei confronti di un agente della Polizia Penitenziaria, Gianluca Cantoro, accusato di omissione di soccorso per la morte del falegname Aldo Branzino avvenuta nel carcere "Capanne" di Perugia nell'ottobre del 2007. Bianzino era stato arrestato il 12 ottobre di quell'anno, insieme alla moglie Roberta, per possesso di piante di cannabis. Con questa decisione, emessa ieri sera dalla VI Sezione penale, la Suprema Corte ha confermato il verdetto emesso il 16 ottobre 2014 dalla Corte d'appello di Perugia.

Adesso ci sarà un processo civile per la quantificazione dei danni che spettano ai familiari di Bianzino e che dovranno essere pagati dal Ministero della Giustizia.

quotidianodellumbria.it