www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 01/07/2015  -  stampato il 03/12/2016


Firenze Sollicciano: detenuto aggredisce poliziotto penitenziario

Un poliziotto è stato aggredito da un detenuto nella giornata del30 giugno presso il carcere fiorentino di Sollicciano.

A comunicarlo il SAPPE, Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria.

“Ieri si è verificata l’ennesima aggressione nei confronti del personale del Corpo di Polizia Penitenziaria - afferma il segretario generale del SAPPE Donato Capece - Un detenuto ha colpito e ferito, senza alcun ragionevole motivo, l’agente di servizio nella sezione detentiva. E' solo grazie all'ausilio di altri colleghi che si è riusciti a contenere il detenuto e a evitare ulteriori complicazioni per la sicurezza e l’ordine interni. Al poliziotto colpito va la nostra vicinanza e solidarietà, ma mi chiedo cosa si aspetta ancora a dare per intervenire sui vertici amministrativi e di polizia del carcere fiorentino di Sollicciano”.

Sempre nella giornata del 30 giugno un detenuto non è voluto rientrare in cella per protesta restandone fuori fino a notte inoltrata in quanto pretendeva di parlare soltanto con il Comandante di Reparto.

“Sollicciano non è un carcere semplice, operativamente parlando: stiamo parlando di una realtà con una presenza media di 600/700 detenuti - aggiunge Pasquale Salemme, segretario regionale del SAPPE Toscana - Basta leggere gli eventi critici accaduti nel penitenziario nei dodici mesi del 2014: 37 tentati suicidi di detenuti sventati per fortuna in tempo dalla Polizia Penitenziaria, 438 episodi di autolesionismo3 detenuti suicidi7 colluttazioni e 24 ferimenti”.