www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 01/09/2015  -  stampato il 10/12/2016


Giubileo 2015: il Papa chiede una grande amnistia per i detenuti

La decisione di concedere l’assoluzione alle donne che hanno abortito e la richiesta di una grande amnistia per i detenuti. Sono le decisioni prese da Papa Francesco a poco meno di 100 giorni dall’inizio dell’Anno Santo straordinario della misericordia da lui indetto e che sarà aperto dall’8 dicembre 2015 fino al 20 novembre 2016. “Ho deciso, nonostante qualsiasi cosa in contrario, – ha affermato Bergoglio – di concedere a tutti i sacerdoti per l’Anno Giubilare la facoltà di assolvere dal peccato di aborto quanti lo hanno procurato e pentiti di cuore ne chiedono il perdono”.

Parole ugualmente importanti Bergoglio le riserva ai carcerati. “Il Giubileo – scrive Francesco – ha sempre costituito l’opportunità di una grande amnistia, destinata a coinvolgere tante persone che, pur meritevoli di pena, hanno tuttavia preso coscienzadell’ingiustizia compiuta e desiderano sinceramente inserirsi di nuovo nella società portando il loro contributo onesto. A tutti costoro giunga concretamente la misericordia del Padre che vuole stare vicino a chi ha più bisogno del suo perdono. Nelle cappelle delle carceri potranno ottenere l’indulgenza, e ogni volta che passeranno per la porta della loro cella, rivolgendo il pensiero e la preghiera al Padre, possa questo gesto significare per loro ilpassaggio della Porta Santa, perché la misericordia di Dio, capace di trasformare i cuori, è anche in grado di trasformare le sbarre in esperienza di libertà”.

lfattoquotidiano.it