www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 05/09/2015  -  stampato il 11/12/2016


Fuochi di artificio per festeggiare la parente in carcere: cinque persone fermate e denunciate davanti Rebibbia

Volevano festeggiare il compleanno di una loro parente, detenuta nel carcere romano di Rebibbia, esplodendo fuochi d'artificio dal penitenziario. Sono cinque le persone fermate e denunciate dalla polizia di Stato. Due sorelle e la figlia della detenuta, insieme ad altre due persone fornite di artifizi pirotecnici, erano arrivate a bordo di un'autovettura in via Giovanni Battista Manzella nelle vicinanze del muro perimetrale del carcere. Ad individuarle e bloccarle sono stati gli agenti della polizia di Stato.

Dopo aver identificato le cinque persone a bordo - quattro donne e un uomo - i poliziotti hanno ispezionato l'autovettura notando la presenza di una scatola contenente del materiale esplodente. Le donne hanno riferito ai poliziotti che era il compleanno di una loro parente - precisamente sorella e madre di alcune di loro - detenuta a Rebibbia, e di volerla festeggiare con i fuochi d'artificio, che sono stati sequestrati. Per le cinque persone identificate è scattata la denuncia per la detenzione illegale di materiale esplodente.

roma.repubblica.it