www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 23/09/2015  -  stampato il 10/12/2016


Detenuto vuole il trasferimento: sale sul tetto del carcere e lo ottiene

A darne notizia è il segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE Donato Capece, che parla di “grave precedente” .

“E’ un episodio inquietante, messo in atto da un detenuto che sollecitava il trasferimento nel carcere di Alba. La Polizia Penitenziaria, con il Procuratore di Biella e i Vigili del Fuoco, hanno gestito l’evento critico nel modo migliore e i poliziotti penitenziari del carcere sono stati bravi a convincere il ristretto a recedere dall’insano gesto. Ma mi sembra grave che in serata il detenuto sia poi stato effettivamente trasferito da Biella ad Alba: sembra quasi che con la protesta ha ottenuto quel che voleva. E questo è inaccettabile prima ancora che costituire un grave precedente che andrebbe ad alimentare la già elevata tensione nei penitenziari”.

Vicente Santilli, segretario regionale SAPPE del Piemonte, si dimostra preoccupato per la gestione dell’evento critico da parte dei vertici regionali dell’Amministrazione penitenziaria. “Non vorrei che questo episodio ingenerasse in qualche detenuto l’idea distorta che una protesta, ancor più se eclatante come nel caso in ispecie, possa cambiare il corso della detenzione, ad esempio ottenendo il trasferimento in un altro carcere. Sarebbe gravissimo”.

obiettivonews.it