www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 09/10/2015  -  stampato il 11/12/2016


Condannato per peculato l'ex direttore del carcere di Marsala

Per peculato d'uso, il Tribunale (presidente Sergio Gulotta, giudici a latere Moricca e Pierini) ha condannato a un mese di reclusione, nonché a un anno di interdizione dai pubblici uffici, l'ex direttore del carcere di Marsala Nicolò Raimondo. La condanna è stata inflitta "in continuazione" con quella precedentemente subìta, e già definitiva, per falso ideologico.

Sempre in relazione allo stesso fatto. Secondo l'accusa, che aveva chiesto una condanna a 9 mesi, Raimondo, il 19 marzo 2009, con altre due persone - e cioè l'ex comandante delle guardie del carcere, Giuseppe Bellomo, e l'ispettore della Polizia Penitenziaria Leonardo Giacalone, inizialmente accusati di peculato e truffa allo Stato (ipotesi di assenteismo), ma poi assolti - sarebbe andato a pranzo in un ristorante, a 11 chilometri dal centro cittadino, con l'auto in dotazione alla Polizia Penitenziaria. Per gli avvocati difensori Stefano Pellegrino e Maurizio D'Amico, però, "si trattava di un pranzo istituzionale".

trapani.gds.it