www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 12/10/2015  -  stampato il 03/12/2016


Detenuto incendia materasso della cella: dodici Poliziotti penitenziari intossicati

Un altro incendio appiccato nel carcere di Montorio a Verona e anche questa volta il detenuto ha dato fuoco a un materasso nella sua cella. Lo riferisce l'Ansa lunedì 12 ottobre, che a sua volta è stata informata direttamente da Donato Capace, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria. Nel rogo, dodici poliziotti sono rimasti intossicati e feriti. Nessuno di loro è in gravi condizioni, ma sono stati portati immediatamente portati all'ospedale e ora sono in cura nelle camere iperbariche.

L'Ansa riporta le parole di Capace: "Sono stati momenti di grande tensione e pericolo, gestiti con coraggio e professionalità dai poliziotti penitenziari. Prima hanno salvato la vita al detenuto che aveva dato fuoco alla cella, poi hanno domato le fiamme. È stata una giornata da incubo nel carcere di Verona. Prima dell’incendio, infatti, si è verificata un’aggressione selvaggia da parte di un detenuto, non nuovo a gravi episodi di intolleranza. Poi l’incendio. Poteva essere una tragedia, sventata con professionalità, capacità e competenza".

Sempre su L'Ansa è intervenuto anche il segretario regionale veneto del Sappe, Giovanni Vona: "Verona non è un carcere semplice, è una realtà con una presenza media di 500/600 detenuti. Dal 2012 al 30 giugno di quest’anno sono 70 i tentati suicidi di detenuti sventati per fortuna in tempo dalla Polizia Penitenziaria, più di 600 episodi di autolesionismo, oltre 100 ferimenti e 650 colluttazioni. Anche e soprattutto per questo il Sappe e la Polizia Penitenziaria sono in stato di agitazione da diverso tempo".

Oltre agli agenti, sono rimasti intossicati anche tre detenuti. Tuttavia, l'incendio è stato spento direttamente dal personale della casa circondariale di Montorio e non c'è stato bisogno dell'intervento dei Vigili del Fuoco, che erano stati comunque allertati.

veronasera.it