www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 16/10/2015  -  stampato il 09/12/2016


Detenuto evade dal policlinico di Padova, ma viene subito catturato dalla Polizia Penitenziaria in una palestra adiacente

Sono stati attimi di tensione a Padova in mattinata. Si tratterebbe di un detenuto leccese che avrebbe dovuto scontare la sua pena fino al 2023.

Si è lanciato da una finestra del secondo piano del monoblocco del policlinico. Un agente penitenziario ha provato a trattenerlo per la mano sfilandogli la felpa ma il fuggiasco si è buttato comunque, finendo in una rete di protezione posta a piano terra, probabilmente per evitare i suicidi. Si è poi rifugiato in un giardino privato a ridosso dell'ospedale prima di essere arrestato dalla stessa Polizia Penitenziaria nella palestra. Dal carcere Due Palazzi sono usciti per la ricerca dell'evaso circa 50 agenti penitenziari.

La polizia lo cercava nei quartieri a ridosso del policlinico. Il detenuto si era rifugiato nella palestra Fit One di via Nazareth. Indossava solo pantaloni della tuta e un paio di sneakers nere con molle verdi nella suola.

Alle 9:45 il fuggiasco ha suonato al campanello della palestra, gli è stato aperto ed è entrato, correndo verso la sala pesi. In quel momento nella palestra c'erano solo il titolare e un istruttore. Pochi minuti dopo sono arrivati i poliziotti che, entrando da una finestra, sono riusciti ad arrestarlo.

mattinopadova.gelocal.it