www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 22/10/2015  -  stampato il 08/12/2016


Poliziotto penitenziario accusato di aver abusato sessualmente di due detenuti di Rimini: ora agli arresti domiciliari

Un agente della Penitenziaria di Rimni è stato arrestato con l'accusa di aver abusato sessualmente di due detenuti del carcere cittadino. L'accusa è di concussione in concorso di violenza sessuale. L'uomo è stato arrestato martedì su richiesta della Procura della Repubblica di Rimini, con ordinanza del gip, e ora si trova ai domiciliari.

Stamattina, durante l'interrogatorio davanti al gip, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Secondo le indagini della Polizia Penitenziaria partite l'estate scorsa, il 40enne, approfittando della sua posizione di agente intratteneva rapporti sessuali con i due fuori dalle celle, in zone appartate. I due avrebbero confermato gli abusi perpetrati a volte in cambio di piccoli favori come sigarette, altre gratuitamente in virtù del ruolo del 40enne ora trasferito in altra sede.

bologna.repubblica.it