www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 09/11/2015  -  stampato il 03/12/2016


Trovato con la testa fracassata il detenuto non rientrato dal permesso: la scoperta del cadavere questo pomeriggio

È stato ucciso a bastonate. Non era evaso, come si era detto in un primo momento: il detenuto in permesso non è mai rientrato in carcere perché l'avevano ammazzato.

Il cadavere di Antonio Floris è stato trovato nel pomeriggio di oggi 9 novembre nell'orto dei Padri Mercedari, a Padova, ma tracce di sangue sono state rinvenute dalla Scientifica dentro una legnaia. Possibile quindi che il detenuto sia stato colpito a morte dentro la legnaia e che sia caduto poi esanime all'esterno.

Floris non era più rientrato in carcere, al Due Palazzi di Padova, venerdì sera, dopo un regolare permesso per lavoro svelto nella cooperativa dei Padri Mercedari. Si era subito parlato di evasione.

Floris in carcere a Padova stava scontando la pena per due tentati omicidi. La polizia scientifica era al lavoro dalla mattinata per cercare eventuali tracce nella zona.

lanuovasardegna.gelocal.it

Detenuto di Padova non rientra dal permesso: è già la seconda volta, in carcere per due tentati omicidi