www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 14/11/2015  -  stampato il 11/12/2016


Capo DAP Consolo: attivitą di culto va garantita, ma bisogna garantire risorse alla Polizia Penitenziaria

A seguito degli attentati a Parigi "ho dato indicazioni nell'immediatezza, per le vie brevi, cui ha fatto seguito un provvedimento circolare indirizzato a tutte le articolazioni, per un'allerta mirata in relazione alle vicende attuali". Lo afferma il capo del Dipartimento amministrazione penitenziaria, Santi Consolo, interpellato dopo il vertice al Viminale.

"Si tratta di mantenere una attenzione adeguata con obiettivi mirati - spiega - tenendo però presente che da sempre vi è attenzione costante sulle problematiche attuali".

Riguardo al culto dei reclusi di fede musulmana, "l'attività di culto - afferma Consolo - va garantita se corretta e ben indirizzata secondo la giusta dottrina. Anzi, in tal senso rappresenta anche un elemento di prevenzione. In questa direzione abbiamo recentemente stretto un'intesa con l'Ucoii, l'Unione delle Comunità ed Organizzazioni Islamiche in Italia, per favorire l'accesso di ministri di culto e mediatori interculturali negli istituti penitenziari". 

"Voglio sottolineare l'impegno del personale di Polizia Penitenziaria - aggiunge Consolo - che si sacrifica per garantire la sicurezza nel nostro paese. Il loro è un lavoro che comporta indici di rischio che richiedono un riconoscimento anche sotto il profilo delle maggiori risorse".

ANSA