www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 08/12/2015  -  stampato il 10/12/2016


Orvieto: Convegno confronto e riflessione sui diritti umani. Partecipa al dibattito il segretario regionale Sappe dell'Umbria Fabrizio Bonino

ORVIETO –  Il 10 dicembre sarà celebrata in tutto il mondo la “Giornata dei Diritti Umani”. L’Assessorato alle Politiche Sociali ed Educative del Comune di Orvieto giovedì 10 dicembre ricorda la promulgazione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani con un incontro di riflessione presso la Sala dei Quattrocento del Palazzo del Popolo, a partire dalle ore 11 che sarà coordinato dal Giornalista Antonello Romano.

L’iniziativa, in collaborazione con le Scuole Superiori della Città, vuole essere un momento di approfondimento e confronto sul tema dei diritti umani a cui prenderanno parte Domenico Manzione, Sottosegretario al Ministero degli Interni con delega all’Immigrazione e Annalisa Zanuttini, Vice Presidente di Amnesty International Italia.

La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, firmata a Parigi il 10 dicembre 1948, in trenta articoli, “racconta” di ciascuno di noi, della dignità e del valore di ogni persona e definisce con parole chiare e semplici i nostri fondamentali diritti. “Sono diritti civili, politici, economici, sociali e culturali. Sono diritti individuali ma anche universali e indivisibili. Parliamo del diritto alla vita, alla pace, alla libertà, al lavoro, alla pensione, all’uguaglianza, al cibo, all’educazione, alla salute, alle pari opportunità, all’ambiente, all’acqua, alla casa, alla giustizia, allo studio, alla cittadinanza”.

“Dietro a ciascuno di questi diritti – afferma l’Assessore e Vice Sindaco Cristina Croce - ci sono vite umane, giovani che hanno lottato e spesso pagato con la vita l’impegno contro la guerra, la dittatura e l’oppressione per la libertà e la giustizia. Eppure questi diritti continuano ad essere violati in tante parti del mondo e anche nel nostro Paese. In un momento storico così cruciale come quello che stiamo vivendo, e alla luce dei recenti fatti di sangue che sconvolgono il mondo, è quanto meno doveroso approfondire il valore ed il significato dei diritti umani e della loro fondamentale tutela. Orvieto pone il principio del rispetto dei diritti umani come fondamento della nostra comunità – continua l’Assessore – tanto che negli anni il Comune di Orvieto ha realizzato vari momenti di riflessione, anche attraverso un ‘Premio Internazionale’ dedicato ai Diritti Umani che ha avvicinato al nostro territorio personalità di livello nazionale e internazionale che si sono spese e si spendono per questa causa.

Un impegno civico che è quanto mai giusto e doveroso riprendere, seppure con forme necessariamente diverse, poiché è fondamentale educare e sensibilizzare i giovani alla difesa dei diritti fondamentali delle persone, attraverso un lavoro mirato ed approfondito dal quale le Istituzioni, in primis, non possono esimersi”.

Durante l’iniziativa verranno proiettati tre video estratti dal reportage di Amnesty International e due, realizzati da Italiainrete1, canale nazionale di Teleorvietoweb, sulla realtà del Carcere di Orvieto che prevede il sistema di custodia attenuata ed un protocollo di collaborazione con il Comune per l’impiego di detenuti, in possesso dei requisiti, nei lavori socialmente utili.

Infine, sarà dato spazio alla testimonianza del Segretario Regionale del SAPPE ( Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria ) Fabrizio Bonino, così come sarà ascoltato il racconto dell’esperienza vissuta dal pittore Salvatore Ravo che, proprio all’interno della Casa di Reclusione di Orvieto ha realizzato un murales insieme ai detenuti.

Agli studenti degli Istituti Superiori, cui principalmente è rivolto l’incontro, sarà lasciata libera iniziativa.

 


Fonte: Comunicato stampa Assessorato alle Politiche Sociali ed Educative Comune di Orvieto