www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 17/12/2015  -  stampato il 10/12/2016


Proiettili di kalashnikov spediti al Ministro Orlando: "un ringraziamento particolare alla Polizia Penitenziaria"

"Grazie alle tante persone, ai colleghi, ai tanti parlamentari e amici, ai moltissimi cittadini che in queste ore mi hanno trasmesso la loro solidarietà. Fa davvero piacere sentire questo calore e affetto", scrive Orlando su facebook, ringraziando per i tanti attestati di solidarietà dopo le minacce ricevute. "Un ringraziamento particolare - aggiunge - lo devo alle persone che ogni giorno si occupano della mia sicurezza con sacrificio e dedizione, gli agenti della Polizia Penitenziaria che mi stanno accanto quotidianamente. Il nostro dovere è battere il terrorismo, difendendo i principi di libertà e uguaglianza che sono alla base della nostra convivenza civile. Non saranno queste minacce a fermarci, chi vuole seminare paura non raggiungerà il suo scopo. Non reagiremo chiudendoci, ma continuando a dialogare e a confrontarci".

Ma cos'è accaduto? Una busta indirizzata al ministro della Giustizia, contenente una lettera minatoria scritta in arabo e proiettili di kalashnikov, è stata recapitata questa mattina al ministero. L'indirizzo sulla busta è stato scritto in lingua inglese. Dal ministero hanno subito informato la Procura di Roma, la busta e il suo contenuto sono ora all'esame degli inquirenti.

Andrea Orlando, esponente del Partito Democratico e parlamentare dal 2006, è dal febbraio 2014 ministro della giustizia. Prima dell'incarico nel governo Renzi è stato ministro dell'ambiente nell'esecutivo guidato da Enrico Letta.

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo - Nella busta con la missiva, che aveva l'indirizzo scritto in inglese, erano presenti due proiettili da kalashnikov. Nel procedimento affidato dal procuratore capo Giuseppe Pignatone, all'aggiunto Giancarlo Capaldo, si ipotizza il reato di minacce. La lettera sarebbe giunta a Fiumicino e da qui a via Arenula, sede del ministero. La Procura ha affidato delega investigativa per svolgere ulteriori accertamenti. 

Il ministro Galletti: "Minacce orribili" - "Solidarietà a Orlando. E' un atto inquietante, che richiama peraltro alla più pericolosa organizzazione terroristica presente nel mondo, dunque occorre compiere ogni sforzo per risalire ai responsabili. Di certo l'attività di Andrea Orlando per la Giustizia e la Legalità prosegue con ancora maggiore forza e determinazione". Cosi il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, sulla lettera di minacce pervenuta al ministro della Giustizia. Anche l ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina esprime su Twitter ''solidarietà'' a Orlando che ha ricevuto oggi una lettera di minacce in arabo. ''Non cediamo alla paura. Fronte comune contro chi minaccia la nostra libertà'' conclude Martina.

notizie.tiscali.it