www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 27/09/2010  -  stampato il 07/12/2016


Sappe: rivedere regolamento su uso bombolette di gas

''Quello di Imperia - spiega il sindacalista - e' un penitenziario con molte criticita', nonostante l'encomiabile lavoro che ogni giorno svolge il Personale di Polizia penitenziaria. Infatti, a fronte di una capienza regolamentare di 78 posti, sono presenti oggi circa 120 detenuti, il 64% dei quali sono stranieri. Mancano ben 23 unita' agli organici della Polizia Penitenziaria, e questo determina carichi di lavoro pesanti e stressanti per gli agenti in servizio".Per Martinelli, e' "ovvio che in questo situazione di sovraffollamento della struttura ogni protesta e' foriera di problemi, soprattutto di sicurezza per chi nelle sezioni detentive lavora come i poliziotti penitenziari. Il fatto che i detenuti questa notte inalavano il gas della bomboletta che tutti i reclusi legittimamente detengono per cucinarsi e riscaldarsi cibi e bevande, come prevede il regolamento penitenziario, impone di rivedere la possibilita' che i ristretti continuino a mantenere questi oggetti nelle celle".Ogni detenuto, aggiunge Martinelli, puo' disporre di queste bombolette di gas, "che pero' spesso servono o come oggetto atto ad offendere contro i poliziotti o come veicolo suicidario. Riteniamo che sia giunto il momento - conclude - di rivedere il regolamento penitenziario, al fine di vietare l' uso delle bombolette di gas, visto che l'Amministrazione fornisce comunque il vitto a tutti i detenuti".

Fonte: (Adnkronos)