www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 27/09/2010  -  stampato il 22/08/2017


Palermo, agenti salvano minorenne da suicidio

''Un minorenne arrestato ha tentato ieri mattina il suicidio tramite impiccamento nel Centro di Prima Accoglienza di Palermo, ma e' stato prontamente salvato dal rapido intervento del personale di Polizia penitenziaria che ha infatti sventato con prontezza l'ennesimo atto disperato. E' ancora una volta solo grazie alla professionalita', alle capacita', all'umanita' ed all'attenzione del Personale di Polizia Penitenziaria che un arrestato minorenne e' stato salvato da un tentativo di suicidio grazie al tempestivo intervento degli agenti penitenziari''. E' quanto dichiara Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe, in relazione al tentativo di suicidio avvenuto ieri mattina nel Cpa di Palermo.''I nostri Agenti, a Palermo, sono intervenuti ancora una volta salvando la vita del detenuto" prosegue Capece. "Parliamo di una realta', quella dei tentativi di suicidio in carcere, che preoccupa per la sistematica regolarita' con cui avvengono. E ci preoccupa particolarmente quando questi gravi episodi avvengono in strutture detentive per minorenni. L'eroico gesto di un Assistente capo in servizio nel nel Centro di Prima Accoglienza di Palermo, che sollevando le gambe del ragazzo ne ha evitato il soffocamento, non deve passare inosservato perche' e' la dimostrazione concreta della realta' quotidiana della nostra professione: rappresentare ogni giorno lo Stato nel difficile contesto penitenziario con professionalita', senso del dovere, spirito di abnegazione e, soprattutto, umanita'''

Fonte: libero-news