www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 04/01/2016  -  stampato il 03/12/2016


Un sopracciglio rotto, un occhio nero e mano gonfia: detenuto ferisce tre Poliziotti Penitenziari nel carcere di Viterbo

Nuovo episodio di aggressione agli agenti penitenziari a Mammagialla. A renderlo noto sono i rappresentanti sindacali di Sappe, Uil, Osapp, Sinappe, Uspp, Cisl e Cgil. A quanto reso noto, sabato pomeriggio un detenuto, arrivato il giorno prima da Velletri, ha aggredito tre agenti della Polizia Penitenziaria. A un sovrintendente ha spaccato il sopracciglio, a un assistente capo ha fatto un occhio nero e ne ha ferito un altro alla mano.

Ferma e unanime la condanna dei sindacati. “Siamo esasperati – dicono i rappresentanti dei lavoratori - oltre a essere sotto organico, continuano a mandare nel carcere detenuti problematici e psichiatrici che non possiamo trattare. Siamo continuamente esposti a rischi, ma ogni giorno, nonostante tutto, portiamo a termine il nostro lavoro con sacrificio. Ora basta. Siamo stufi. Viterbo non può essere la pattumiera del Lazio. Pretendiamo rispetto dall’amministrazione, dal provveditorato a dalla direzione”.

corrierediviterbo.corr.it