www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 18/02/2016  -  stampato il 10/12/2016


Trovato anche il secondo evaso dal carcere di Roma Rebibbia

E' stato fermato alle 5.30 di stamattina dai carabinieri del comando provinciale di Roma Mihai Florin Diaconescu, il romeno di 33 anni che domenica scorsa era evaso dal carcere di Rebibbia insieme al connazionale Catalin Ciobanu, 28enne, consegnatosi in serata alla caserma di Tivoli, vicino a Roma. Diaconescu, si apprende dai carabinieri, è stato fermato a seguito dei controlli partiti dopo la consegna di Ciobanu. L'uomo è stato bloccato durante un controllo mentre, a bordo di un furgone, viaggiava a Tivoli Terme. Ha tentato la fuga a piedi ma è stato bloccato poco dopo.

Catalin Ciobanu si è consegnato intorno alle 21.30 di ieri sera. Si sentiva braccato, ma i carabinieri hanno detto che quando si è presentato in caserma era "tranquillo". Ciobanu è stato condannato, in via non definitiva, per omicidio, ed è fissata a marzo l'udienza del processo che lo vede imputato. Diaconescu ha una condanna definitiva per rapina, legata in particolare a rapine in villa, con fine pena nel 2021. I due sono fuggiti dal carcere romano intorno alle 18.30 di domenica scorsa, dopo aver segato con una lima le sbarre di una finestra e calandosi con alcune lenzuola legate tra loro. La fuga ha scatenato polemiche sulle scarse condizioni di sicurezza e la carenza di personale nel carcere romano, sulle quali la Procura di Roma ha aperto un fascicolo e il Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria (Dap) ha avviato un'indagine interna.

lapresse.it

Si è costituito uno dei due evasi da Rebibbia: ha detto di sentirsi braccato