www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 06/03/2016  -  stampato il 03/12/2016


Radicali italiani: il Ministro Orlando e il sovraffollamento delle carceri, che c' ancora

Puntualmente sul sito giustizia.it sono usciti i dati delle presenze dei detenuti nei 195 istituti penitenziari italiani al 29 febbraio 2016. Come spesso mi capita, mi sembra doveroso analizzarli anche perché il Ministro della Giustizia continua a ripetere che il sovraffollamento nelle carceri è definitivamente superato.

Dei 195 istituti penitenziari (intanto, non si comprende perché si continuino a conteggiare pure 5 OPG che dovrebbero essere stati da tempo chiusi: forse perché illegalmente vi sono ancora sequestrate 316 persone?) ben 91 hanno un sovraffollamento che va dal 110% al 192%, il che vuol dire che in 100 posti regolamentari quando va bene ci "azzeccano" 110 detenuti e quando va male ce ne accalcano fino a 192.

In sintesi: 18 istituti hanno un sovraffollamento che va dal 151% al 192%; 15 istituti hanno un sovraffollamento che va dal 141% al 150%; 19 istituti hanno un sovraffollamento che va dal 131% al 140%; 17 istituti hanno un sovraffollamento che va dal 121% al 130%; 22 istituti hanno un sovraffollamento che va dal 110% al 120%.

Nei giorni scorsi, inaugurando il nuovo carcere di Rovigo (che però aprirà nell'estate 2017), il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha affermato 1) "Quando ci siamo insediati c'erano 64mila detenuti e 45mila posti disponibili" 2) "Dal mio insediamento ad oggi abbiamo realizzato 4.000 posti in più senza inaugurare un nuovo carcere, semplicemente facendo manutenzione sui raggi dei penitenziari non utilizzati".

Non è così. Orlando si è insediato il 22 febbraio 2014 praticamente in concomitanza con la sentenza della Consulta (decisa il 12 febbraio e pubblicata in Gazzetta il 5 marzo 2014) che ha dichiarato l'incostituzionalità della legge Fini-Giovanardi sulle droghe, sentenza che ha fatto uscire molta gente dalle galere oltre ad impedire migliaia di nuovi ingressi.

Al 31 marzo 2014 i detenuti erano 60.197 (non 64.000 come dice Orlando) mentre i posti disponibili erano 48.309 (non 45.000 come dice Orlando). Quanto ai 4.000 posti in più realizzati dal suo insediamento, che dire? Erano 48.309 allora e sono 49.504 oggi: quindi, 1.195 posti in più non 4.000.

Inoltre, negli Ospedali Psichiatrici Giudiziari (Opg) al 29/2/2016 c'erano 316 persone illegalmente detenute. I 1.032 posti degli Opg secondo il Ministero della Giustizia fanno parte della capienza "regolamentare", solo che nei 716 posti disponibili (tolti i 316 sequestrati) non ci può andare giustamente nessuno, visto che gli Opg dovrebbero essere stati chiusi già da tempo. Quindi dai 49.504 andrebbero tolti i 1.032 posti degli Opg ed ecco che arriviamo ad una cifra pressoché identica a quella dell'insediamento del Ministro della Giustizia.

Ristreti Orizzonti