www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 09/03/2016  -  stampato il 10/12/2016


Collaboratore di giustizia Giuseppe Barba trovato in possesso di droga nel carcere di Lecce

Droga nel carcere di Lecce, finisce nuovamente nei guai il collaboratore di giustizia Giuseppe Barba di Gallipoli. Nelle scorse ore, dopo i colloqui con alcuni familiari, Barba è stato perquisito dalla Polizia Penitenziaria nella casa di reclusione di Borgo San Nicola e trovato in possesso di 6 grammi e mezzo di hashish. Un altro quantitativo della stessa sostanza, circa 1,6 grammi, gli agenti hanno scoperto che lo aveva già ceduto poco prima a un altro detenuto.

La droga è stata sequestrata e Giuseppe Barba è stato accompagnato in ospedale per essere sottoposto a controlli più accurati, anche corporali, per scoprire se avesse ulteriori dosi di droga nascoste. Per lui, al momento, è scattata la denuncia per detenzione di sostanze stupefacenti. La Polizia Penitenziaria ha anche eseguito una perquisizione della sua casa a Gallipoli. Le indagini continuano, anche per accertare le responsabilità di chi ha portato in carcere la droga al detenuto.

Giuseppe Barba è rinchiuso nel carcere leccese dal 21 febbraio scorso per scontare la condanna definitiva a 5 anni e 9 mesi per mafia, in quanto riconosciuto colpevole di partecipazione al clan Padovano di Gallipoli. Come collaboratore di giustizia, nel processo Barba ha contribuito con le sue dichiarazioni a fare chiarezza sia sull'omicidio del boss Salvatore Padovano che sugli affari del gruppo stesso.

Per questo motivo nei suoi confronti la condanna, divenuta definitiva con la sentenza della Cassazione, è stata "scontata" rispetto a quelle che hanno colpito gli altri imputati.

quotidianodipuglia.it