www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 17/03/2016  -  stampato il 10/12/2016


Nuovo carcere di Brescia: i lavori fra un anno, il progetto sarā presentato in estate

Il progetto esecutivo del nuovo carcere di Brescia, a Verziano, sarà presentato dal ministero entro l’estate. Ad anticiparlo è stato il sindaco Emilio Del Bono, intervenendo ieri in commissione lavori pubblici: «Il mio impegno è sbloccare questa vicenda ormai annosissima» e ha ricordato che la nuova struttura avrà una capienza per 400 carcerati e un impegno finanziario sui 15 milioni. I lavori dovrebbero iniziare tra dicembre e gennaio 2017, nell’area demaniale di proprietà statale, ha anticipato nei giorni scorsi l’onorevole Alfredo Bazoli, deputato bresciano del Pd, che segue la partita e concludersi entro la primavera del 2018. All’ordine del giorno della commissione presieduta da Alessandro Cantoni, due opere pubbliche che «recuperano un ritardo significativo sul fronte dell’edilizia sportiva» ha sottolineato il sindaco, una struttura polifunzionale, il Polivalente di Collebeato e la pista di atletica di Sanpolino, un investimento di quasi 4 milioni. Per il sindaco «è una scelta strategica, siamo convinti che la scelta sull’edilizia sportiva sia giusta, di priorità, la città ha bisogno di strutture per lo sport». 

L’investimento al Polivalente

Il Polivalente è un investimento di un milione e 500 mila euro, ha spiegato il sindaco, che «risponde anche a un’esigenza, la saturazione del San Filippo», a fine anno si concluderanno i lavori e l’arredo, ha ricordato l’assessore ai lavori pubblici Valter Muchetti facendo il punto sulla realizzazione, due palestre che possono funzionare in contemporanea, una capienza di 250 persone, fine lavori la prossima estate. Dal fronte dell’opposizione il capogruppo di Forza Italia Mattia Margaroli ha suggerito di sollecitare un sostegno economico al ministero, che per anni ha utilizzato la struttura come aula giudiziaria per maxi-processi e adesso «dovrebbe ricambiare il favore, accollandosi almeno i costi della manutenzione». In commissione anche il progetto della pista di atletica leggera a Sanpolino, lungo l’asse del metrobus, «una scelta positiva per la fruizione sociale» ha spiegato il sindaco perché non è destinata solo agli associati ma sarà utilizzata anche dalle scuole medie e superiori, «un impianto molto atteso, ma in programma c’è anche la sistemazione del Campo Calvesi» ha anticipato Del Bono. Via libera dalla commissione anche al progetto della nuova rotatoria all’incrocio tra via Gatti, Antica mantovana, Tiepolo e Lonati, il progetto risale al 2010, «quest’anno ci sono le risorse, è un’opera prioritaria per la sicurezza» ha sottolineato il sindaco. 

Il primo punto all’ordine del giorno della commissione lavori pubblici e patrimonio, era il regolamento varato dalla giunta sulla collaborazione tra cittadini e Amministrazione comunale per la cura, la gestione condivisa e la rigenerazione dei beni comuni urbani, proposto dall’assessore ai servizi sociali Felice Scalvini, che lunedì scorso in una conferenza stampa aveva illustrato i contenuti del provvedimento sul decoro urbano, che si rivolge a cittadini privati, associazioni, consigli di quartiere perché diano il loro apporto a rigenerare aree verdi e immobili fatiscenti. Ma a sollecitare il rinvio è stato il capogruppo di Fi Mattia Margaroli che ha sollecitato un lavoro congiunto con le commissioni decentramento e partecipazione e la commissione statuto. Proposta accolta, Cantoni ne parlerà con il presidente del consiglio comunale Giuseppe Ungari. Ma a dire l’ultima parola sul regolamento sarà il consiglio comunale.

bresciacorriere.it