www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 05/04/2016  -  stampato il 05/12/2016


Poliziotto ferito, cancello sfondato, cella distrutta a Pisa: detenuto aveva giÓ minacciato il medico

Alta tensione nel carcere di Pisa, con un poliziotto penitenziario ferito, una cella distrutta, un cancello sfondato. Protagonista un detenuto italiano,  che due mesi fa aveva sequestrato e minacciato il medico del carcere pisano.

La denuncia è del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE. Il resoconto delle giornate di follia è affidata a Pasquale Salemme, segretario regionale SAPPE della Toscana: “Siamo davvero alla follia. Lo stesso detenuto che aveva sequestrato e minacciato il medico del carcere il 22 gennaio scorso, evidentemente confortato dalla sostanziale impunità di cui ha goduto per la sua incredibile e ingiustificata violenza, sabato pomeriggio ha aggredito proditoriamente e senza alcuna ragione un poliziotto penitenziario in servizio, al quale sono stati dati 7 giorni prognosi. Non contento, una volta bloccato e portato in isolamento, ha distrutto tutta la cella rendendola inagibile. Messo in un’altra camera di detenzione, solo dopo essere stato accontentato e aver ricevuto la visita del Magistrato di Sorveglianza si è calmato. Ma non è tutto! Poco fa, sempre il solito detenuto -  italiano di 49 anni, con fine pena 2026 per essersi reso responsabile di una serie di reati tra i quali spaccio di stupefacenti, furto, rapina, ricettazione ed altro -, dopo aver sfondato il cancello con la branda, ha tentato di aggredire alcuni poliziotti penitenziari! Basta. Il personale è stufo di tutto ciò e dell’impunità di questo soggetto!”

gonews.it