www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 27/04/2016  -  stampato il 06/12/2016


Sette infiltrati in carcere: arriva il reality 60 Days In

Quanti pagherebbero per un crimine che non hanno commesso, scegliendo di infiltrarsi nel carcere di massima sicurezza di Clark, in Indiana, al solo scopo di documentare la vita dietro le sbarre minuto per minuto, fotogramma per fotogramma? È quanto avverrà in 60 Days In - I miei 60 giorni d'inferno, il nuovo docu-reality a stelle e strisce che debutterà su Crime+Investigation (canale 118 di Sky) mercoledì 27 aprile alle 22.

Un esperiemento sociale dove sette volontari innocenti trascorreranno due mesi in prigione senza alcun tipo di favoritismo e, soprattutto, all'oscuro degli altri detenuti. Stesse scomode brandine, stessa sbobba insapore, stessa divisa arancione shocking. Il tutto per far luce sulle pecche del sistema penitenziario statunitense, in particolare di quello della città di Clark, fra corruzione e violenti scontri fra le bande.

 

Un insegnante, un ex marine e, persino, la figlia di Muhammad Alì. Sono loro alcuni dei «fantastici sette» che varcheranno i portoni blindati del penitenziario, filmati ventiquattro ore su ventiquattro dalle telecamere di Crime+Investigation. Uno show che sta facendo parecchio discutere in Patria e che si è già guadagnato la conferma per una nuova stagione.

vanityfair