www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 02/05/2016  -  stampato il 03/12/2016


Auto della Polizia Penitenziaria si schianta contro il guard-rail: feriti quattro Poliziotti

Lo schianto contro il guard-rail, poi la corsa a sirene spiegate verso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce e il “San Giuseppe” di Copertino. Si può riassumere così il terribile incidente stradale in cui sono rimasti feriti, fortunatamente in maniera non grave, quattro agenti di Polizia Penitenziariache viaggiavano sulla strada statale 613, in direzione di Brindisi.
 
Le lancette dell’orologio avevano da poco segnato le 14.30 quando il conducente dell’auto di servizio ha improvvisamente perso il controllo del mezzo, andando a sbattere prima contro il guard-rail poi con la barriera in cemento che divide la carreggiata, esattamente all’altezza dello svincolo per Trepuzzi. Un impatto violentissimo causato, probabilmente, dal manto stradale bagnato dalla pioggia caduta incessante in queste ore.
 
Si tratta soltanto di un’ipotesi, visto che la dinamica del sinistro è ancora tutta da ricostruire nei dettagli. Di certo, a guardare i danni riportati dalla macchina, le conseguenze sarebbero potute essere ben più gravi.
 
I quattro, infatti, sono rimasti bloccati tra le lamiere ormai contorte dell’auto tanto che per liberarli è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco. Una volta estratti dall’abitacolo dai “caschi rossi”, gli agenti sono stati presi in cura dai sanitari del 118 e trasportati a bordo di diverse ambulanze nei nosocomi salentini, dove sono stati sottoposti a tutti gli accertamenti del caso. Non sono, come detto, in pericolo di vita. Gli uomini in divisa sono rimasti feriti in maniera lieve.
 
Nel sinistro non sono rimasti coinvolti altri veicoli: una fortuna considerando anche il traffico intenso che c’è a quell’ora e il maltempo che ha reso poco sicure molte strade.
 
Anche la polizia stradale di Lecce ha dovuto raggiungere il luogo del sinistro sia per effettuare tutti i rilievi di rito sia per regolare la circolazione stradale, che ovviamente ne ha risentito. 

leccenews24.it