www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 11/10/2010  -  stampato il 08/12/2016


Regione, Quaini (Idv): "Costruire un nuovo carcere in Val Bormida"

“Il partito dell’Italia dei Valori intende impegnarsi fortemente per la crescita economica della Valbormida, una delle zone della provincia che più hanno risentito della crisi. Tra le possibilità individuate in ambito locale per una ripresa esiste quella della collocazione di un nuovo penitenziario, in sede da decidere (Cairo o Cengio)”. Lo ha detto Stefano Quaini  (Idv) consigliere regionale, congiuntamente al coordinatore regionale e deputato Giovanni Paladini che insieme intendono sostenere in maniera decisa questa linea. “Un nuovo carcere, infatti, darebbe un grande impulso economico, tenendo presente il numero di persone impiegate e l’indotto, ma sarebbe fondamentale in generale in termini di sicurezza del comprensorio, poiché è unanimemente riconosciuto che la presenza territoriale di un carcere comporta una riduzione dei reati ed una maggior sicurezza per la cittadinanza”. “Ovviamente, si tratterebbe di una struttura moderna  che consentirebbe l’elevazione della qualità di vita intramuraria ed una forte possibilità di ripresa di visibilità anche per la scuola di Polizia Penitenziaria di Cairo; il dott. Quaini che ha recentemente visitato la scuola ritiene che le potenzialità sono enormi e sarebbe importante che le importanti dotazioni della scuola (due palestre, infermeria con 16 posti letto, cappella e chiesa, teatro, mensa e refettorio, sala convegni) venissero valorizzate di più. Nel caso delle palestre sarebbe ipotizzabile, data la carenza in alcuni contesti  della valle di locali  per praticare sport a fronte della ricchezza di società e giovani atleti, l’occasione di aprire saltuariamente al territorio tali preziosi spazi . Inoltre tale possibilità consentirebbe di coniugare sport ed educazione alla legalità, di cui la Valbormida avrebbe bisogno favorendo in tal modo al massimo grado la prevenzione” conclude Quaini.

Fonte: ivg.it