www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 10/05/2016  -  stampato il 06/12/2016


Carcere di Alessandria: detenuto prima rompe i vetri delle finestre della sezione poi ferisce occhio del Poliziotto

Ha prima spaccato, senza alcuna ragione, tutti i vetri delle finestre e del cancello della Sezione detentiva della Casa di reclusione di Alessandria per poi ferire all'occhio un Agente di Polizia Penitenziaria in servizio nel Reparto. Protagonista, ieri pomeriggio, un detenuto di nazionalità rumena con fine pena 2030, in carcere per omicidio e traffico di internazionale di droga, ristretto nella Sezione Blocco 2°, recidivo in analoghi gesti anticonservativi. E il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, il primo e più rappresentativo del Corpo, mette sotto accusa i provvedimenti disciplinari blandi assunti nei confronti dei detenuti che si rendono responsabili di atti di violenza in carcere.

"Non è possibile che ad Alessandria, tra Casa di reclusione e Casa circondariale, ci siano una media di una/due aggressioni al mese: evidentemente la risposta disciplinare nei confronti di chi, in carcere, si rende responsabile di questi gravi fatti, come pure di aggressione in danno di poliziotti penitenziari, è inefficace. E dovrebbe invece essere più dura, anche per stroncare sul nascere pericolosi effetti emulativi"ha commentato Vicente Santilli, segretario regionale per il Piemonte del SAPPE.

cronacaqui.it