www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 13/10/2010  -  stampato il 08/12/2016


Portava droga in carcere, chiesto giudizio per agente penitenziario

Genova, 12 ott. - Il pm della procura di Genova Stefano Puppo ha chiesto il rinvio a giudizio per Emanuele Di Giacomo, il poliziotto penitenziario di origini romane arrestato nel febbraio scorso a Genova in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare perche' scoperto mentre, in cambio di soldi, faceva entrare nel carcere di Marassi droga, telefoni cellulari e persino cibo etnico. Di Giacomo e' accusato di corruzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A suo carico ci sono almeno cinque episodi isolati dal pm Puppo in cui avrebbe introdotto droga e altri oggetti illegalmente nella casa circondariale genovese. Insieme a Di Giacomo e' stato chiesto il rinvio a giudizio per spaccio e corruzione per due marocchini e un algerino. I primi due fornivano droga, telefoni e soldi a Di Giacomo, il terzo riceveva i "pacchi" in carcere.
  Ora spetta la decisione spetta all'ufficio gip.

Fonte: agi.it