www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 31/05/2016  -  stampato il 10/12/2016


Comandava anche dal carcere, richiesto il 41-bis per il superboss Cimmino

La Dda di Napoli ha ottenuto che Luigi Cimmino, boss del Vomero-Arenella si trasferito al 41-bis, i carcere duro. La richiesta è arrivata dopo che, a seguito di approfondite indagini, è stato appurato che Cimmino dal carcere milanese di Opera continuava ad impartire ordini.

 

In base ad alcune intercettazioni, è stato possibile capire che il boss stava organizzando una spartizione territoriale tramite lo strumento del racket. Il clan Cimmino stava allungando la sua influenze anche su alcune zone di Miano e Secondigliano.

 

Oltre a spremere i commercianti, i carabinieri della sezione Vomero, hanno scoperto che il clan aveva allungato le mani anche sulle forniture per alcuni apparati pubblici, in particolare ospedali.

 

ilmeridianonews