www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 14/06/2016  -  stampato il 06/12/2016


Tamponi per il test DNA per i detenuti scaduti: a Venezia il Ministero manda 27 scatoloni inutilizzabili

È entrata in vigore, nel silenzio più totale, la legge che prevede il prelievo obbligatorio, anche coattivo, del Dna di tutti i detenuti e degli arrestati per delitti non colposi, introdotto con l’obiettivo di realizzare una banca dati nazionale, principalmente nell’ottica antiterrorismo, ma non solo. 

In carcere a Venezia ci si è interrogati sul da farsi venerdì, giorno di entrata in vigore della norma, dopo la convalida di un arresto per droga, in particolare dopo aver scoperto che i tamponi contenuti nei 27 scatoloni inviati dal ministero (50 tamponi per scatola) sono risultati tutti scaduti. Per rimediare al piccolo problema sono stati messi a disposizione altri 8 tamponi, che saranno sufficienti per soli 4 arrestati o detenuti (due ciascuno)...

L'articolo completo sull'edizione locale del Gazzettino in edicola e nell'edizione digitale, cliccando qui

ilgazzettino.it

Burocrati del DAP stiano lontani dalla Polizia Penitenziaria: dura presa di posizione del Sappe sulla banca dati del DNA