www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 21/10/2010  -  stampato il 02/12/2016


Aosta, celle aperte per i detenuti

I detenuti di sei delle quattro sezioni della casa circondariale di Aosta sono liberi di circolare, cambiare cella, socializzare con i colleghi, tutti i giorni, dalle 9 alle 18, comprese quindi le due ore d'aria al mattino e le due ore di aria nel pomeriggio. E' la novita' introdotta dal direttore, Domenico Minervini, responsabile del carcere dal gennaio scorso. Inoltre, sei detenuti sono occupati presso aziende valdostane e quindi lasciano il carcere al mattino e vi fanno rientro alla sera. ''Il mio obiettivo - ha detto il direttore partecipando alla trasmissione 'Il rosso e il nero' della web tv 'Aostaoggi.it' - e' creare le condizioni perche' effettivamente i detenuti possano seguire un percorso di recupero e di riabilitazione in previsione della fine della pena''. Secondo quanto riferito dal direttore molti detenuti partecipano ad attivita' formative e di studio. ''Adottiamo - ha aggiunto Minervini - il criterio di dare la possibilita' al maggior numero di detenuti di partecipare ad attivita' che possano contribuire al loro reinserimento nella societa'''. Il direttore vuole fare del carcere di Aosta, in collaborazione con l'Amministrazione regionale e le associazioni di volontariato, ''un centro di attivita' produttive e di promozione sociale tant'e' che e' gia' attiva una lavanderia gestita da una cooperativa che occupa tre detenuti e altre attivita' produttive sono gia' programmate''. A tal proposito e' stata realizzata una struttura che occupa parte del carcere dove saranno insediate nuove attivita' per conto terzi. Facendo poi riferimento al sovraffollamento del carcere, il direttore ha precisato che con i nuovi parametri introdotti per spazio/detenuti il carcere di Aosta e' idoneo ad ospitare circa 280 persone, limite comunque pressoche' raggiunto. Mentre, per quanto riguarda il personale di sorveglianza ''il carcere presenta deficienze, ma confido - ha concluso il direttore - che con gli interventi del governo si possa al piu' presto assumere nuovi dipendenti in modo tale da rafforzare l'organico''.

Fonte: ansa.it