www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 27/06/2016  -  stampato il 05/12/2016


Droga nel carcere di Fermo: era nascosta nell''aranciata e in un pennarello. Cinofili della Guardia di Finanza in supporto alla Polizia Penitenziaria

Droga in carcere, nascosta all'interno di un pennarello e dentro una bottiglia di aranciata, dove era stata inserita una nuova eroina pakistana liquida.

L'importante scoperta è stata fatta dal personale di Polizia Penitenziaria in servizio nella Casa di Reclusione di Fermo. Lo stupefacente  un significativo quantitativo di eroina e hashish - era destinato al consumo all’interno dello stesso penitenziario.

Fondamentale è stato l'aiuto delle unità cinofile della Guardia di Finanza di San Benedetto del Tronto. Nello specifico è stato il cane antidroga Denzel(ribattezzato “Gino”) condotto dal finanziere Scelto Marco Bramati, a guidare gli agenti dnei posti dove le sostanze erano state ingegnosamente occultate.

Per quanto attiene il profilo investigativo, al momento vige il più stretto riserbo sul prosieguo delle indagini essendo la Procura della Repubblica di Fermo ad occuparsi della vicenda, non escludendo che possano essere coinvolte anche figure esterne.

ilrestodelcarlino.it