www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 02/07/2016  -  stampato il 10/12/2016


Gennaro Migliore: migliorare il 41-bis? Provo fastidio per una polemica pretestuosa del M5S

Apprendo con stupore e fastidio la polemica pretestuosa che mi viene rivolta dai rappresentanti del M5S a proposito del regime detentivo del 41bis. In una mia recente visita al carcere dell'Aquila, insieme alla Sottosegretaria Chiavaroli, ho ribadito che il 41bis è un indispensabile strumento per impedire la comunicazione dei detenuti in questo regime con le rispettive organizzazioni.

Movimento 5 Stelle: rivedere il 41-bis significa portare a compimento la trattativa stato-mafia

Ho anche ricordato l'impegno del governo nel rilanciare la lotta alle mafie sia con l'intensificazione degli arresti sia con l'introduzione di nuovi strumenti normativi, come il reato di scambio politico mafioso e l'introduzione di reati che possono contribuire a svelare trame criminali sempre più sofisticate. Inoltre, abbiamo intensificato i regimi di controllo relativi alla video sorveglianza anche a tutti coloro i quali sono imputati di reati di mafia e terrorismo.

In quella occasione ho altresì ribadito che è intenzione del governo applicare con rigore tutte le misure necessarie a garantire la totale interruzione di ogni rapporto con le organizzazioni criminali nella piena applicazione del principio costituzionale della esecuzione delle pene, richiamando in merito le considerazioni svolte nel corso degli stati generali della esecuzione penale da tutti gli intervenuti, a partire dai contributi del Presidente della Repubblica e del Ministro della Giustizia.

Da questa polemica traggo con amarezza il convincimento che l'oggetto della polemica non sia una mia presunta dichiarazione, per altro inventata di sana pianta, ma il sottoscritto e la mia appartenenza al Pd. Su temi del genere le forze sane del paese devono trovarsi dalla stessa parte, ma spiace constatare che il M5S preferisca agitare polemiche piuttosto che apprezzare il lavoro costante fatto sul terreno dell'esecuzione penale, avendo raggiunto risultati importanti sia sul versante della riduzione del numero dei detenuti (con una contestuale diminuzione dei reati) sia su quello della qualificazione del trattamento, consentendo al nostro paese di uscire dalla procedura di infrazione nella quale si trovava dopo la sentenza Torreggiani. Il 41bis è uno strumento essenziale dello Stato, non può e non deve diventare un argomento per insensate polemiche estive.

Agenpress

Sottosegretario Gennaro Migliore annuncia alleggerimenti per il 41-bis. Il Fatto Quotidiano: governo dal carcere molle