www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 03/07/2016  -  stampato il 04/12/2016


Soldi nascosti nel reggiseno per il colloquio in carcere: 8.500 euro pronti per essere consegnati al familiare detenuto

Un controllo all'ultimo momento ha permesso di impedire l'ingresso di denaro in carcere. Una somma non da poco nascosta in un luogo molto segreto e intimo: il reggiseno. La Polizia Penitenziariadella casa di reclusione di Verziano ha così sventato il tentativo di consegnare a un detenuto ben 8.500 euro. 

A rendersi responsabili del fatto sono stati dei familiari di un carcerato che, approfittando della giornata di colloqui, hanno posto in essere il vano tentativo.

I familiari appena entrati nella portineria dell’Istituto di Pena hanno assunto un comportamento inusuale con agitazione e forte nervosismo. Grazie al pronto intervento, alla professionalità ed al “fiuto” della Penitenziaria, che ha portato alla perquisizione dei familiari del detenuto, ha evitato l'introduzione dell’ingente somma di denaro ben occultata all’interno del reggiseno.

ilgiorno.it