www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 21/10/2010  -  stampato il 05/12/2016


Fossa olimpica, la squadra d'argento

L’anno scorso di misura, stavolta il gap è profondo come una ferita: per i tiratori delle Fiamme Azzurre resta un sogno il secondo scudetto a squadre di “fossa olimpica”, dopo il trionfo del 2008. Sulle pedane del Tav Concaverde (10 ottobre) i tradizionali rivali della Forestale hanno trovato una di quelle rare giornate nelle quali tutto gira per il verso giusto: e nessuno, tra i sei componenti della formazione, ha sofferto passaggi a vuoto. Inevitabile che la Coppa dei Campioni prendesse quindi la via del sodalizio biancoverde: e che ai nostri ragazzi – comunque una compagine estremamente compatta – restasse la 2^ posizione in classifica. Nemmeno Giovanni Pellielo, il nostro mitico campione, è stato capace di dare la scossa: il suo 43/50 delle prime due serie è un po’ il termometro delle difficoltà nelle quali si sono dibattuti gli atleti della Polizia penitenziaria. E di problemi di adattamento hanno sofferto qua e là un po’ tutte e 53 le squadre presenti a Lonato: tutte, tranne ovviamente la Forestale. Fatto sta che complessivamente la gara si è risolta in un infruttuoso inseguimento ai leader della classifica: non che “Johnny” e compagni abbiano tirato sostanzialmente malissimo, ma è stata la Forestale ad avere un rendimento decisamente notevole. Il risultato finale rispecchia in pieno questo andamento: 1.Forestale 562/600, 2.Fiamme Azzurre (Adriano Lamera 94, Alberto Bartoli 90, Gianluca Viganò 90, Giovanni Pellielo 90, Marco Panizza 90, Giulia Pintor 87, riserva Sergio Fattorello) 541, 3.Tav Aosta 535, 4.Tav Carignanese 532, 5.Fiamme Oro 530, 6.Tav Pecetto 530, 7.Carabinieri 527, 8.Tav Madonna del Bosco 524

Fonte: polizia-penitenziaria.it